• Chiamaci ora +39 0733.636116
Progetto di prevenzione dal gioco d’azzardo patologico

Progetto di prevenzione dal gioco d’azzardo patologico

Con D.G.R. n. 357/2018 (attuazione del D.A. 65/2017) la Regione Marche ha approvato il programma delle Aree Vaste dell’ASUR finalizzato al contrasto, prevenzione e riduzione del Gioco d’Azzardo Patologico (GAP) e della dipendenza da nuove tecnologie e Social Network. Tale progetto è stato gestito dall’Area Vasta n. 3 in collaborazione con alcuni Enti Accreditati convenzionati in Associazione Temporanea di Impresa, quali: Cooperativa Sociale P.A.R.S., Associazione di Promozione Sociale Glatad, Cooperativa Sociale Cooss Marche, Società Cooperativa Sociale Berta ‘80. 

 

La Società Cooperativa Sociale Berta ‘80 ha avviato gli interventi di propria competenza nel mese di aprile 2018 e ha terminato i lavori nel mese di agosto 2019. Tra le azioni di prevenzione particolare attenzione è posta al contesto scolastico allo scopo di raggiungere e sensibilizzare una fascia di età, quella dell’adolescenza, particolarmente esposta ai rischi connessi all’utilizzo di mezzi di difficile controllo, come quelli tecnologici, nonché all’esordio di comportamenti di dipendenza patologica.

 

Le aree di intervento previste sono state:

  • informazione, educazione e sensibilizzazione;
  • prevenzione selettiva destinata ai soggetti che non hanno ancora avuto esperienze di Gioco d’Azzardo, ma che presentano un rischio specifico superiore alla media (soggetti vulnerabili) determinato da fattori individuali e/o ambientali;
  • prevenzione del gioco d’azzardo su internet.

 

In merito agli eventi rivolti alla cittadinanza, è stata proposta la partecipazione dell’Unità Di Strada ad alcuni eventi locali, tra questi, da 5 è stata espressa disponibilità alla presenza dello stand informativo. Attraverso tale azione, è stato possibile agganciare circa 120 persone, alle quali è stato spiegato il progetto e distribuito il materiale informativo. Alcune delle persone agganciate hanno partecipato al format “Vinci 1 milione”, che ha consentito di introdurre sul piano esperienziale la questione della percezione della probabilità di vincita. Sono stati, inoltre, realizzati 3 interventi rivolti alla cittadinanza, volti all’informazione e alla sensibilizzazione circa la tematica del GAP, che hanno consentito di raggiungere 100 partecipanti (per i dettagli si rimanda alla Tabella 1).

 

Tabella 1.

Eventi rivolti alla cittadinanza
N. incontri informazione/sensibilizzazione N. eventi raggiunti con UDS N. uscite con UDS N. agganci
2 incontri informativi rivolti alla cittadinanza

1- Incontro rivolto alle famiglie presso Sala Multimediale, Treia

2 – Incontro rivolto alle famiglie presso Oratorio Parrocchiale

3 – Incontro sul tema del GAP rivolto alla cittadinanza organizzato in collaborazione con il Comune di Pollenza e l’Associazione dei Carabinieri di Pollenza

5  UDS

1 – RED (Reete Educazione Digitale), Appignano

2 – European Beer Market, Esanatoglia

3 – 30 anni del Divini, San Severino Marche

4 – HUB street festival, Treia

5 -Giornata della gentilezza, Appignano

5 UDS 120

100

 

Scuole

 

Nell’ambito scolastico, sono stati realizzati interventi rivolti a diversi target: docenti, studenti, genitori. I presidi di tutte le scuole secondarie di primo e secondo grado presenti nei territori di competenza sono stati contattati ed è stato loro ampiamente illustrato il progetto, presentando i 4 format rivolti agli studenti e proponendo incontri di formazione rivolti ai docenti e incontri informativi rivolti ai genitori. 

Delle 9 scuole contattate, 5 hanno manifestato il loro interesse e la disponibilità a aderire al progetto. Sono stati realizzati in tutto 5 interventi in aula, a cui hanno partecipato studenti e docenti, che hanno coinvolto complessivamente 19 classi.

Tra i format presentati e proposti alle scuole, 4 hanno scelto, “La vita si suda”, realizzato grazie alla preziosa collaborazione dei docenti e alla presenza di due testimonial: 

  • Juan Luca Sacchi  di origini appignanesi, è arbitro del campionato di calcio di serie A e serie B, nonché formatore FIGC e CONI, 
  • Matteo Zamponi, ex giocatore e attualmente allenatore delle squadre giovanili, della società sportiva Lube Volley.

In 1 scuola è stato condotto un incontro centrato principalmente sulle euristiche e le probabilità di vincita. Sono stati realizzati 2 incontri di formazione per i docenti e 1 incontro aperto rivolto a genitori, studenti e docenti (per l’elenco degli interventi si rimanda alla Tabella 2 e Tabella 3).

 

Interventi scuola
N. scuole contattate N. scuole aderenti N. classi N. studenti N. ore Insegnanti coinvolti
9

1- Castelraimondo, scuole medie “Strampelli”;

2- San Severino Marche, scuole medie “P. Tacchi Venturi”;

3- Matelica, scuole medie “E. Mattei”;

4- Treia, scuole medie “E. Paladini”;

5-  Passo di Treia, scuole medie “E. Paladini”;

6- Appignano, scuole medie “Luca della Robbia”;

7- Montecassiano, scuole medie “G. Cingolani”;

8- Pollenza, scuole medie “V. Monti”;
9- San Severino Marche, Istituto Paritario “Bambin Gesù”.

5

1- San Severino Marche, scuole medie “P. Tacchi Venturi”;

2- Treia, scuole medie “E. Paladini”;

3-  Passo di Treia, scuole medie “E. Paladini”;

4- Appignano, scuole medie “Luca della Robbia”;

5- San Severino Marche, Istituto Paritario “Bambin Gesù”.

19 350 30 20

Tabella 2. 

 

 

 

Tabella 3

Interventi scuola – dettagli azioni
Scuola Azione destinatari data
Appignano, Scuola media “Luca della Robbia” Incontro di formazione rivolto agli insegnanti; illustrazione del progetto HAZZARD  e dei fattori di rischio specifici della fascia giovanile. Rilevamento dei bisogni: campanelli d’allarme riscontrati dai docenti, domande dei genitori.

Organizzazione dell’intervento alla luce dei bisogni specifici emersi  nel contesto.

2 docenti 05.11.2018
San Severino Marche, Scuola Media “Tacchi Venturi” Incontro di formazione rivolto agli insegnanti; illustrazione del progetto HAZZARD  e dei fattori di rischio specifici della fascia giovanile. Rilevamento dei bisogni: campanelli d’allarme riscontrati dai docenti, domande dei genitori.

Organizzazione dell’intervento alla luce dei bisogni specifici emersi  nel contesto.

3 docenti 06.11.2018
San Severino Marche, Scuola Media “Tacchi Venturi” Incontro di sensibilizzazione e informazione rivolto a studenti, genitori e docenti. 2 classi coinvolte, 25 studenti, 8 docenti, 35 genitori 27.11.18
Appignano, Scuola media “Luca della Robbia” La vita si suda, con testimonial Juan Luca Sacchi 4 classi coinvolte, per un totale di 90 studenti e 4 docenti 18.12.18
Treia, Scuola Media “Egisto Paladini” La vita si suda, con testimonial Matteo Zamponi 4 classi coinvolte, per un totale di 85 studenti e 3 docenti 07.02.19
Passo di Treia , Scuola Media “Egisto Paladini” La vita si suda, con testimonial Matteo Zamponi 2 classi coinvolte, per un totale di 45 studenti e 3 docenti 07.02.19
San Severino Marche, Scuola Media “Tacchi Venturi” La vita si suda, con testimonial Juan Luca Sacchi 5 classi coinvolte, per un totale di 100 studenti e 6 docenti 22.03.19
San Severino Marche, Istituto Paritario “Bambin Gesù” Intervento in aula con particolare attenzione sulle probabilità di gioco e le euristiche 2 classi coinvolte, per un totale di 15 studenti e 4 docenti 29.03.19

 

Anziani

In merito all’area d’intervento rivolta al target della terza età, 3 enti sono stati contattati e invitati a aderire al progetto presentato.

L’Associazione Anziani di Appignano e i Servizi Sociali di Appignano hanno espresso il loro interesse per il progetto, è seguito un colloquio informativo mirato alla pianificazione di azioni sul territorio

 

Tabella 4

Interventi anziani
N. enti contattati N. enti aderenti N. persone raggiunte
3

1- Università della Terza Età dell’Alto Maceratese,

2- Associazione Anziani Appignano

3- Servizi Sociali Appignano

2

1- Associazione Anziani Appignano

2- Servizi Sociali Appignano

20

 

Associazioni sportive e di volontariato

 

Sono state contattate 14 associazioni sportive e di volontariato, alle quali è stato illustrato il progetto e inoltrato l’invito a parteciparvi. Di queste, hanno aderito al progetto 6 associazioni, 12 volontari e circa 70 ragazzi appartenenti a tali associazioni.

La Lube Volley è stata coinvolta negli interventi realizzati nelle scuole secondarie di primo grado di Treia e Passo di Treia con il format “La vita si suda”, che hanno visto la partecipazione di Matteo Zamponi, ex giocatore e attualmente allenatore delle squadre giovanili, della società sportiva Lube Volley.
Juan Luca Sacchi, dell’Associazione Italiana Arbitri, ha partecipato agli incontri con gli studenti delle scuole secondarie di primo grado di Appignano e San Severino Marche, con il format “La vita si suda”.

In collaborazione con l’Associazione  Polisportiva Aurora Treia, è stato realizzato un  incontro sui temi delle dipendenze e del gioco d’azzardo, che ha coinvolto circa 30 allievi e 5 tra dirigenti e allenatori della società sportiva e un incontro rivolto a 20 genitori degli allievi della società.

I dirigenti delle società sportive Unione Sportiva Appignanese, Associazione Polisportiva Aurora Treia, 

Giovanile Nicolò Ceselli Caldarola, Società Sportiva Settempeda sono stati coinvolti in un incontro di formazione sul tema del GAP, durante il quale è stato presentato il progetto ed è stato organizzato un incontro rivolto agli allievi delle squadre. Tale incontro ha coinvolto circa  50 allievi.

 

Tabella 5

Interventi rivolti a associazioni sportive e di volontariato
N. associazioni contattate N. associazioni

aderenti

N. volontari coinvolti N. destinatari
14

1- Lube Volley 

2-Juan Luca Sacchi per Associazione Italiana Arbitri

3- Unione Sportiva Appignanese 

4- Associazione Polisportiva Aurora Treia 

5- Giovanile Nicolò Ceselli Caldarola

6- Società Sportiva Settempeda

7- Scout San Severino Marche

8- Pallavolo San Severino

9- Pallavolo Montecassiano

10- Pallavolo Appignano

11- Matelica Scout

12- Associazione carabinieri Pollenza

13- Oratorio parrocchiale Appignano

14- Accademia Georgica Treia

6

1- Lube Volley – Matteo Zamponi

2-Juan Luca Sacchi per Associazione Italiana Arbitri

3- Unione Sportiva Appignanese 

4- Associazione Polisportiva Aurora Treia 

5- Giovanile Nicolò Ceselli Caldarola

6- Società Sportiva Settempeda

12 80 ragazzi

+

20 genitori

 

Tabella 6

Interventi rivolti a associazioni sportive e di volontariato – dettagli azioni
Azione destinatari data
Contatto telefonico e nvio di mail di presentazione del progetto, 14 associazioni sportive e di volontariato
1 Incontro di formazione 4 dirigenti di società sportive 30.11.18
1 Incontro informativo e di sensibilizzazione 30 allievi + 5 dirigenti e allenatori della società sportiva Aurora Treia 12.12.18
1 Incontro informativo e di sensibilizzazione 20 genitori degli allievi della società sportiva Aurora Treia 12.12.18
1 Incontro sul tema dello sport per il contrasto alle derive patologiche del gioco – a seguire incontro sportivo 50 allievi delle società sportive:

Unione Sportiva Appignanese 

Associazione Polisportiva Aurora Treia 

Giovanile Niccolò Ceselli Caldarola

Società Sportiva Settempeda

05.06.19

 

Formazione e altro

 

È stato realizzato un intervento di formazione rivolto ai medici di base, attraverso una campagna informativa realizzata presso gli studi medici e la distribuzione di materiale informativo, tale materiale è stato consegnato ai medici e messo a disposizione dei pazienti afferenti agli ambulatori. I medici coinvolti in tale azione sono stati 25, si considerano destinatari indiretti i pazienti degli stessi.

Sono stati inoltre condotti incontri di formazione che hanno coinvolto i docenti delle scuole secondarie di primo grado di Appignano e San Severino Marche (si veda Tabella 3) e i dirigenti sportivi delle associazioni coinvolte (si veda Tabella 6).

 

Tabella 7

Formazione
Azione Destinatari
campagna informativa 25 medici di base

Comments are closed.